Questo percorso ti aiuterà a crescere e rivoluzionare il modo in cui sei abituatə a considerare il cibo, l’alimentazione e il tuo stesso corpo. 

Imparerai a comunicare con il tuo corpo, a fidarti di lui e a seguire i segnali che naturalmente ti manda, per orientare le tue scelte senza affidarti a prescrizioni esterne. 

Come si compone il percorso di Mindful Eating

 

🧘Sessione 1: Introduzione alla Mindfulness

Cos’è la mindfulness, come praticarla, come creare una routine per gli esercizi.

 

🍒Sessione 2: Introduzione alla Mindful Eating

Con questa sessione ti addentrerai maggiormente nelle pratiche dell’alimentazione consapevole. È un viaggio che favorirà in te la nascita di un modo più armonioso e sereno di rapportarti al cibo, all’alimentazione, alla cura di te e al mondo su più ampia scala.

 

🍟Sessione 3: Conoscere e gestire i cibi e le bevande trigger

Possiamo mangiare per tanti motivi e talvolta dei condizionamenti così lontani nel tempo o così sottili possono sfuggire alla nostra consapevolezza. Attraverso la mindful eating scopri un modo per diventare consapevole di tutti i trigger che ti spingono a mangiare o a servirti una bevanda anche quando in realtà non ne senti il bisogno o il desiderio. Divenendo consapevole di questi processi, puoi semplicemente decidere di lasciarli andare, per far sì che mangiare sia davvero un piacere.

 

🤤Sessione 4: Riconoscere la fame fisiologica

Per una mangiatrice o un mangiatore inconsapevole può essere davvero difficile sapere perché sta mangiando. I segnali di fame e sazietà e i segnali organici di natura emotiva risultano confusi e tutti richiedono del cibo. Questo succede quando per lungo tempo si gestiscono le emozioni negative, come ansia, tristezza, rabbia o anche noia, o emozioni positive molto potenti, attraverso il cibo. L’associazione negli anni diviene così radicata da scavalcare la nostra coscienza. In questa sessione continuerai ad imparare a discernere nuovamente (si, perché da bambinə sapevi farlo!) i segnali fisiologici di fame e sazietà da quelli attinenti alla sfera emotiva e regolarti autonomamente in base a tutte queste informazioni.

 

👄Sessione 5: Imparare a saziare la fame della bocca

Se solitamente mangi in maniera distratta, resterai davvero stupitə del vero sapore che hanno i cibi quando porti la tua piena consapevolezza mentre mangi e di come il sapore percepito varia di boccone in boccone, restando tutt’altro che stabile durante i pasti. Scoprirai, attraverso la mindful eating, che le papille gustative si saziano molto presto e che tutta la colpa che diamo alla “gola” per il fatto che mangiamo tanto è del tutto ingiustificata. Tra i vari tipi di segnali fisiologici, la sazietà del gusto è quella che arriva prima. Come è possibile? Lo scoprirai continuando il tuo viaggio di scoperta attraverso l’alimentazione consapevole.

 

🙅‍♀️Sessione 6: Riconoscere e rispettare la moderata pienezza

In questo incontro imparerai che è possibile sintonizzarsi sui segnali di pienezza dello stomaco in modo da poterne apprezzare le varie sfumature e scegliere, di conseguenza, di smettere di mangiare quando soddisfattə e non quando ti senti sgradevolmente pienə. Questi segnali, insieme a quelli di sazietà fisiologica e di sazietà del gusto, indirizzeranno sempre più le tue scelte alimentari.

 

🥰Sessione 7: Perdonarsi

La nostra cultura ha da tempo attribuito al senso del gusto e alla gola un’accezione peccaminosa, sbagliata, come di un vizio da correggere. “Quel cibo mi tenta”, “Ho peccato di ingordigia”, “Ho un brutto vizio: sono golosə”, sono frasi che fanno parte del linguaggio comune e che evidenziano proprio questa visione quasi immorale che il “mangiare per il gusto di farlo” assume. Bene, è ora di redimere questo senso: benvenuto gusto!

 

🦋Sessione 8: Lasciare andare

La più grande conquista e i più alti benefici che potrai trarre da questo percorso riguardano la capacità di seguire la saggezza interiore. Con questo termine ci riferiamo all’innata capacità di conoscere intuitivamente i nostri bisogni, siano essi fisiologici, psicologici o spirituali. Troppo spesso ci affidiamo a prescrizioni e a “mentori” che ci dicano chiaramente cosa fare e questo è “comodo”: prendiamo poche decisioni e ci alleggeriamo da ogni responsabilità sulle conseguenze delle nostre azioni. Eppure nessuno meglio di te sa ciò di cui hai bisogno. Per questo la via della mindfulness non è prescrittiva, ma è un percorso di scoperta: chiunque può perseguirla, ma ciò che vi si trova è unico e personale. A questo punto sarai prontə a lasciare andare i tentativi di controllo.

 

🤕Sessione 9: Mantenimento del cambiamento e prevenzione delle ricadute

La mindfulness e la mindful eating non sono una meta, ma un viaggio. Non si tratta di punto d’arrivo, ma di un modo di essere. E trattandosi di un modo di essere, vanno coltivate ogni giorno. A questo punto sei prontə a fare tuoi tutti i suggerimenti e le pratiche apprese, in modo da personalizzarli e mantienere la spinta alla consapevolezza alimentare.

 

📋Sessioni 10, 11 e 12: Follow up

Monitoriamo il cambiamento e il mantenimento dei risultati in un periodo ampio di autonomia: un mese, tre mesi, sei mesi. A questo punto sei prontə per entrare nel programma gratuito di follow up autonomo, per assicurarti di prevenire le ricadute e riconoscere in tempo eventuali campanelli d’allarme.

Se sei interessatə a saperne di più e vuoi ricevere ulteriori informazioni, scrivimi nel box qui sotto!